venerdì, Settembre 24, 2021

“Luca”: la recensione del bellissimo film Pixar tutto italiano

Uscito direttamente in streaming su Disney+ a fine giugno, Luca è il nuovo italianissimo film della Pixar e sta diventando (giustamente) un vero e proprio fenomeno.

Il primo lungometraggio di Enrico Casarosa (candidato Oscar per il cortometraggio La Luna nel 2011) è un inno all’estate, alla giovinezza e all’Italia.

Siamo intorno agli anni ‘60 e Luca Paguro è un giovanissimo mostro marino che abita nei mari delle Cinque Terre, a ridosso della fittizia Portorosso e al riparo dagli umani che sono proprio a caccia di mostri. La regola ferrea che gli impone la famiglia, composta da genitori, nonna e zio, è proprio di non uscire mai in superficie.

Un giorno, però, Luca incontra Alberto, che lo convince ad esplorare la terraferma: uscendo dall’acqua i mostri assumono infatti sembianze umane, purché non si bagnino! Luca e Alberto iniziano una serie di incredibili avventure e stringono amicizia con Giulia, una ragazza tutta pepe che aiuteranno a vincere una strana competizione di triathlon e a dare una lezione ad Ercole, il bullo del paese. La vittoria del triathlon li aiuterà a vincere un sogno, ovvero possedere una Vespa per vivere in libertà, ma capiranno presto di aver guadagnato molto, molto di più!

Luca è un film volutamente semplice e fresco, con una trama che rievoca Pinocchio e La Sirenetta, strizzando l’occhio ai film di metamorfosi del grande Miyazaki, ma non si ha mai la sensazione di già visto o di banale.

A livello tecnico è stato fatto davvero un lavoro eccezionale: i colori del mare e quelli della terraferma sono bellissimi e la Liguria pare di sentirla davvero nell’aria, con quel lieve odore di trenette al pesto e di fritture di pesce che stuzzica subito l’appetito.

In generale, tutto è spudoratamente italiano e il film sembra davvero un album dei ricordi del regista trasformato in tinte pastello, una sorta di Amarcord felliniano in versione cartoon.

L’Italia non c’è solo nella pasta, nell’ambientazione e negli intercalari dei protagonisti, che sono in lingua nostrana anche nella versione originale. Il nostro Paese è raccontato ed evocato anche dalla playlist delle canzoni scelte, che sono classici come “Il gatto e la volpe” di Bennato o “Andavo a cento all’ora” di Morandi. Impossibile non fischiettarle davanti allo schermo e, se si è adulti, non provare un velo di nostalgia per la giovinezza che fu.

E proprio la giovinezza è il tema principale di Luca, che è davvero un romanzo di formazione che ci insegna la forza eterna dell’amicizia, il valore della sfida, l’importanza di avere un sogno e introduce in modo colorato, ma non meno efficace, la tematica dell’accettazione del diverso.

Come in Miyazaki, qui la Pixar ci fa incontrare dei giovanissimi protagonisti che si trovano a diventare improvvisamente adulti in un mondo a loro sconosciuto, dovendo affrontare difficoltà e nemici più o meno pericolosi. Il bullo Enrico è il giusto antagonista della situazione, con la sua spavalderia maldestra e una cattiveria buffa che contribuisce quindi a mantenere spensierati i toni del film.

Fellini è invece ben presente con la sua ironia di fondo, nel tratteggio dei personaggi stereotipati come maschere e nel contrasto tra la provincia e la città, il secondo nuovo mondo che Luca andrà a scoprire. Partendo proprio con il treno, il simbolo dell’emigrazione interna italiana e non a caso il protagonista del commovente finale de I vitelloni del 1953. Nell’opera prima felliniana Moraldo salutava il giovane amico Guido, mentre qui a salutarsi in un finale strappalacrime sono proprio Luca e Alberto. 

Da giovani mostri a bambini adolescenti, i due hanno compiuto la loro prima fase di formazione. Grazie alla loro curiosità, grazie a Giulia e grazie al destino, che ha deciso di farli incontrare per caso, nelle profondità del mare, perché entrambi scoprissero che l’infinito degli abissi era troppo piccolo per la loro amicizia e per i loro sogni.

Recensione a cura di Mattia Gelosa

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dello spettacolo e partecipare alle nostre iniziative!

Evviva! Ti sei iscritto!

X
X