“Durante” la seconda parte del Trittico di Pascal Rambert al Piccolo

0
46

Una fuoriserie lanciata a tutta velocità, un terribile incidente d’auto: la seconda parte del trittico pensato da Pascal Rambert per il Piccolo Teatro prende il via con un colpo di scena. Ritroviamo in Durante , in scena in prima assoluta dal 6 aprile al 5 maggio al Piccolo Teatro Grassi, la stessa compagnia di attori e attrici già protagonisti di Prima, Anna Bonaiuto, Anna Della Rosa, Marco Foschi, Leda Kreider e Sandro Lombardi  -, insieme a interpreti dell’ultima generazione – Miruna Cuc, Cecilia Fabris, Pasquale Montemurro, Caterina Sanvi, Pietro Savoi -, allievi del Corso Claudia Giannotti della Scuola di Teatro “Luca Ronconi”.

Lo spettacolo è prodotto dal Piccolo insieme a structure production e Compagnia Lombardi-Tiezzi. Le scene sono firmate dal regista e da Anaïs Romand, anche ideatrice dei costumi; le luci sono di Yves Godin e le musiche di Alexandre Meyer. La traduzione è di Chiara Elefante.

La seconda parte del trittico di Pascal Rambert si apre con un colpo di scena: una fuoriserie lanciata a tutta velocità, un terribile incidente d’auto. Con Durante, prosegue il racconto delle vicende che coinvolgono la compagnia di attrici e attori impegnata nella preparazione di uno spettacolo ispirato alla Battaglia di San Romano, trittico pittorico di Paolo Uccello. Le prove dello spettacolo si intrecciano all’evocazione di Arlecchino e a una generale riflessione sul teatro, i suoi riti, la sua magia. “Una pièce cubista – la definisce lo stesso Rambert – proprio perché vista da angolazioni temporali differenti. È la prima volta – prosegue Rambert – che lavoro a un progetto organizzato su più stagioni ed è stata per me una gradevolissima sorpresa. Mi piace l’idea di tornare a lavorare con lo stesso gruppo di attori, perché insieme costituiscono una configurazione estremamente viva di personalità, con cui sento di poter dar luogo a sempre nuove combinazioni di relazioni”.

Se Prima esplorava il flusso di passioni ed emozioni che attraversava i membri della compagnia nel corso delle prove, Durante si sofferma sulle loro fragilità, raccontando le angosce e le gioie della loro professione, tra le difficoltà e le incertezze che accompagnano uno spettacolo, nel momento stesso in cui va in scena.
Per dare vita a questo secondo capitolo, Pascal Rambert parte dal legame con i luoghi in cui è stato concepito, richiamando, da una parte, le suggestioni della cultura italiana – dalla pittura rinascimentale alla canzone – e, dall’altra, innestando il racconto nella storia stessa del Piccolo, rendendo un omaggio appassionato a Giorgio Strehler e al suo Arlecchino, due “spiriti del luogo” a cui l’autore è strettamente legato, resi qui portatori di un pensiero politico sull’Europa e sul futuro del teatro.

Nel video alcuni estratti dalla conferenza stampa di Durante che si è svolta lo scorso 3 aprile al Chiosto Nina Vinchi del Teatro Grassi alla presenza dello stesso Pascal Rambert, Claudio Longhi, direttore del Piccolo Teatro e di Chiara Elefante traduttrice dei testi di Rambert qui investe di interprete.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here