“I corpi di Elizabeth”con Elena Russo Arman

0
53

Debutta in prima nazionale il 17 gennaio al Teatro Elfo Puccini (in scena fino all’11 febbraio) I corpi di Elizabeth. Il testo è di Ella Hickson, traduzione Monica Capuani, regia Cristina Crippa e Elio De Capitani.
La produzione Teatro dell’Elfo e Teatro Stabile del Veneto, in originale Swive [Elizabeth]) è un’opera, inedita in Italia, di Ella Hickson (1985), autrice britannica già applauditissima e premiata in patria. Cuore del suo testo è la carnalità di Elizabeth I, il suo corpo, o meglio i suoi corpi, come sottolinea il titolo italiano, scelto dai registi con la traduttrice Monica Capuani: un corpo politico con cui la regina d’Inghilterra costruisce il proprio potere e uno sensuale privato. In un’ambientazione ‘storica’ e al tempo stesso ‘pop’ (basti pensare ai tanti film e alle serie di successo dedicate alla vita di questa sovrana) si muovono personaggi radicalmente contemporanei. A renderli così attuali è la scrittura rapida e tagliente della Hickson e la sua capacità di indagare una rete di relazioni di potere intrisa di desiderio. Ed è la regia a quattro mani di Cristina Crippa e Elio De Capitani a riuscire a illuminare in profondità i contrasti tra maschile e femminile, quelli di ieri come quelli di oggi.
Protagonista dello spettacolo Elena Russo Arman. La affiancano Maria Caggianelli Villani, Enzo Curcurù, Cristian Gianmarini. Le scene sono di  Carlo Sala,  i costumi di Ferdinando Bruni, le luci Giacomo Marettelli Priorelli e il suono Gianfranco Turco.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here