Dal 12 al 18 dicembre in ricorrenza dell’anniversario della strage di Piazza Fontana (12 dicembre del 1969), torna al Teatro della Cooperativa  Il rumore del silenzio, con Laura Curino Renato Sarti, anche autore e regista.

Il testo si sofferma sulla tragedia della strage di Piazza Fontana, spesso dimenticata, delle vittime e dei loro cari, concentrando l’attenzione soprattutto sugli aspetti umani, personali.

Il  alle 16.37, nella Banca dell’Agricoltura di piazza Fontana a Milano, esplose una bomba che causò la morte di 17 persone e ne ferì 86. 

Renato Sarti si farà tramite del dolore dei parenti di chi perse la vita nella strage e del mos maiorum del mondo rurale da cui provenivano: il lavoro, la fatica, l’attaccamento alla terra, alla famiglia e a quella Patria alla quale, come soldati, molti avevano dato un notevole contributo di sofferenza durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale. Laura Curino, attrice di grande spessore, darà voce alla testimonianza di Licia Rognini, moglie di Giuseppe Pinelli, uomo simbolo della tradizione anarchica libertaria e che nel 2009 fu riconosciuto dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano come diciottesima vittima della strage.

12 | 18 dicembre

IL RUMORE DEL SILENZIO

testo e regiaRenato Sarti

con Laura Curino e Renato Sarti

disegni Ugo Pierri e Giulio Peranzoni

videoinstallazione Fabio Bettonica

musiche originali Carlo Boccadoro

assistenti alla regia Salvatore BurruanoChicco Dossi

produzione Teatro della Cooperativa

con il sostegno delComune di Milano

con il patrocinio di Associazione Piazza Fontana 12 Dicembre 1969, ANEDANPI Provinciale di Milano e Istituto Nazionale Ferruccio Parri

con il contributo di CGILFLC CGILFISAC CGILFIRST CISL e UILCA UIL

spettacolo sostenuto nell’ambito di NEXT ed. 2019/2020, progetto di Regione Lombardia in collaborazione con Fondazione Cariplo

Si ringraziano Licia, Claudia, Silvia Pinelli e Piero Scaramucci

Testo finalista al 55° Premio Riccione per il Teatro

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here