Intervista a Sergio Sgrilli per “Noi siamo voi: votatevi!”

0
32

L’intervista di Top Hat Spettacolo Online a Sergio Sgrilli è stata fatta in occasione del ritorno al Teatro Verdi di Milano di Noi siamo voi: votatevi! di e con Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli, con la regia e la consulenza drammaturgica di Renato Sarti Le repliche dello spettacolo, inizialmente programmate dal 18 febbraio all’8 marzo 2020 nell’ambito della rassegna Fuori Niguarda, sono state sospese per l’emergenza COVID.
In Noi siamo voi: votatevi! Cornacchione e Sgrilli, neopolitici hanno deciso di scendere in campo anzi in scena, a modo loro. Del resto nel nostro Paese, negli ultimi anni, la comicità e la politica sono sempre andate d’accordo e sembra ormai che solo il comico sappia parlare alla pancia degli Italiani e possieda il curriculum giusto per governare la Nazione. Quindi, i due neo-politici, fautori di una nuovissima politica che non si è mai vista prima, hanno deciso di incontrare i loro potenziali elettori nei teatri di tutta Italia. I cittadini presenti in sala saranno invitati a confrontarsi con gli aspiranti candidati Cornacchione e Sgrilli sui temi del nostro tempo: ambiente, emigrazione, lavoro, scuola, cultura, sicurezza. L’Italia come sempre è nel caos. Maggioranze di varia natura non sono riuscite a risolvere i problemi endemici del Paese. Secondo Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli gran parte della colpa è dell’elevato numero di partiti politici e per questo propongono una geniale soluzione: fondarne un altro!
“Abbiamo bisogno di attivisti pronti a collaborare con noi per creare un partito – se poi sarà un’associazione, un gruppo solidale, un dopolavoro ferroviario lo capiremo strada facendo – di sostenitori propositivi con cui decidere il simbolo, l’inno, in quale quartiere affittare la sede, quante penne acquistare e, soprattutto, con cui redigere l’atto costitutivo”, così arringano i due salvatori della Patria.
“Il nostro programma lo fate voi, noi siamo per la gente, con la gente e in mezzo alla gente. Capito gente? Noi siamo uno di voi, anzi due. Noi siamo voi e voi siete noi. Insomma, decidiamo insieme chi siamo!”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here