Filippo Renda: “La rivolta dei brutti come studio sulla violenza”

    Abbiamo incontrato in collegamento video Filippo Renda, giovane e autore e regista, che porta in scena il suo nuovo testo La rivolta dei brutti giovedì 22 luglio 2021, in prima nazionale nell’ambito di Kilowatt Festival. Lo spettacolo è interpretato dallo stesso Cordella, con Salvatore Aronica, Francesco Errico, Giorgia Favoti e la regia di Stefano Cordella. La produzione è di MTM Teatro.

    La drammaturgia su basa sulla storia di quattro ragazzi che rivivono il meccanismo violento alla base della strage di Isla Vista (California, 2014) perpetrata da uno studente universitario. Il tentativo di giustificare un maschilismo feroce, attraverso dinamiche vittimiste, e le modalità con le quali la rete amplifica ed esaspera le frustrazioni generazionali.

    “Uno spunto drammaturgico – spiega Renda – che affronto con lo scopo di indagare sui meccanismi di violenza quotidiana, che una volta dati per scontati all’interno di una società, portano ad eventi eclatanti”.

    Gio 22, Teatro alla Misericordia 17:45

    Prima Nazionale

    LA RIVOLTA DEI BRUTTI

    di e con Filippo Renda
    regia Stefano Cordella
    con Salvatore Aronica, Francesco Errico, Giorgia Favoti
    scene e costumi Stefano Zullo
    musiche originali  Gianluca Agostini
    luci Fulvio Melli
    produzione Manifatture Teatrali Milanesi-MTM Teatro