“La Ferocia” del Premio Strega Lagioia al Teatro Fontana

0
19

Tratto dall’omonimo romanzo di Nicola Lagioia edito da Einaudi e vincitore nel 2015 del Premio Strega e del Premio Mondello, va in scena dal 27 febbraio al 3 marzo al Teatro Fontana lo spettacolo La Ferocia della compagnia VicoQuartoMazzini. Lo spettacolo mette in scena il trionfo e la rovina dell’occidente, raccontando la storia della famiglia Salvemini, una saga familiare in cui le colpe dei padri si specchiano nelle debolezze dei figli. La regia è di regia Michele Altamura e Gabriele Paolocà e gli interpreti con Roberto Alinghieri, Michele Altamura, Leonardo Capuano, Enrico Casale, Gaetano Colella, Francesca Mazza, Gabriele Paolocà, Andrea Volpetti.
La Ferocia racconta della nostra incapacità di sopprimere l’istinto di prevaricazione e il nostro essere perennemente incatenati alle leggi della natura.
Vittorio Salvemini è venuto dal nulla e, come da copione, vuole tutto. Costruttore pugliese arrivato a Bari poco più che trentenne, dagli anni ‘70 in poi ha inanellato una serie di successi professionali che l’hanno portato a essere proprietario di cantieri edili su cui non tramonta mai il sole, da Bari a Phuket, passando per Parigi e Istanbul. Solo le contraddizioni di qualunque ascesa sfrenata riusciranno a mandare in frantumi le sue sicurezze. A queste è legata la morte della figlia Clara, trovata nuda e ricoperta di sangue sulla provinciale che collega Bari a Taranto.
La vicenda dei Salvemini ha il calore di una tragedia contemporanea, particolare e universale allo stesso tempo, e si nutre delle parole di un grande romanziere, nato e cresciuto in un Sud da sempre attraversato da grandi narrazioni.

martedì- venerdì ore 20.30, sabato ore 19.30, domenica ore 16.00

27 febbraio ore 18.30

DAL TESTO ALLA SCENA

Talk attorno a “La ferocia” di Nicola Lagioia|Edizioni Einaudi

Interventi di Michele Altamura, Gabriele Paolocà – registi e attori dello spettacolo
Angela Rastelli – responsabile della Narrativa italiana di Einaudi
Ira Rubini – Giornalista di Radio Popolare

Ingresso libero fino ad esaurimento posti, prenotazione consigliata. 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here