Va in scena il 6 settembre al Teatro Franco Parenti La Lavatrice del cuore, spettacolo in cui Maria Amelia Monti racconta sotto forma di monologo il tema dell’adozione, alternando stili narrativi diversi: quello del racconto autobiografico e quello della lettura della corrispondenza raccolta durante il Festival delle lettere. Il primo è una sorta di diario, la storia di Maria Amelia Monti sul percorso che ha dovuto affrontare prima di arrivare all’adozione.Il secondo è molto più toccante ed emozionante: si leggono le lettere di esperienze di vita adottiva dal punto di vista di padri, madri e figli.

La Lavatrice del cuore, scritto da Edoardo Erba, è presentato dall’associazione Mamme per la Pelle 
Lo spettacolo, con il patrocinio del Comune di Milano, racconta l’adozione attraverso le testimonianze di chi l’ha vissuta direttamente o indirettamente, in un’alternanza tra prosa e lettura di grande intensità in cui non mancano momenti ironici. Si stimola così una riflessione importante, partendo proprio dall’esperienze più quotidiane e reali.


LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here