Michele Placido: “Ho tradotto Schmitt restando fedele alla mia personalità di attore.”

0
37

Michele Placido illustra il suo impegno come regista e interprete di “Piccoli crimini coniugali”, testo di Eric-Emmanuel Schmitt, di cui ha curato anche l’adattamento. “La mia traduzione dell’opera di Schmitt” – ha detto – “ha tenuto conto della mia personalità di attore. Un po’ come ai tempi di Shakespeare, quando erano gli attori a tradurre i testi.” “Piccoli crimini coniugali” andrà in scena al Teatro Manzoni di Milano dal 28 marzo al 14 aprile 2019.

Una coppia come tante, una routine quotidiana apparentemente tranquilla è scossa da un incidente domestico in cui lui perde completamente la memoria. E’ l’innesco di un gioco al massacro bizzarro e doloroso, tra rivelazioni sorprendenti, sospetti svelati, rancori, gelosie e fraintendimenti. Protagonista – insieme ad Anna Bonaiuto – e regista della celebre pièce di Éric-Emmanuel Schmitt “Piccoli crimini coniugali” è Michele Placido, che ne ha curato anche l’adattamento e che ha spiegato il suo approccio al testo in questa video intervista.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here