Musica, amore e comicità nel “Sogno di una notte di mezza estate” in scena al Pime

0
61

Abbiamo incontrato Claudia Gambino, Francesco Meola e Carlo Lanfossi, rispettivamente interpreti e coordinatore musicale di “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare, diretto da Piera Mungiguerra in anteprima nazionale al Pime il 9 febbraio.

Musica, amore, comicità, incontri e scontri magici. Il nuovo, appuntamento di “Anteprime… e non solo!” al Pime è il 9 febbraio con Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, diretto da Piera Mungiguerra che vede in scena Claudia Gambino e Francesco Meola, affiancati dal coordinamento musicale di Carlo Lanfossi.
Lo spettacolo narra la vicenda del fortunato testo shakespeariano tra spazi incantati, musiche, maschere, con un pizzico di ironia legata al mondo infantile. La regia di Piera Mungiguerra vuole proprio restituire il carattere fantastico del testo di Shakespeare, con l’ausilio delle musiche che nei secoli si sono ispirate all’ambientazione fiabesca del Sogno, da Mendelssohn a Purcell. “Ho mischiato liberamente Mendelsshon e Purcell – spiega Carlo Lanfossi – proprio perché penso che la particolarità del Sogno sia proprio quella di essere una commedia aperta”.
“La parte musicale – aggiunge Claudia Gambino – da un lato è utilizzata come sottofondo, dall’altra dialoga con la scena”.
“Il modo migliore per restituire la magia di Shakespeare – precisa Francesco Meola è innanzitutto quello di renderlo concreto e di capire le dinamiche dei personaggi”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here