Torna al Teatro Fontana di Milano Platonov. Un modo come un altro per dire che la felicità è altrove, spettacolo firmato dalla compagnia Il Mulino di Amleto e prodotto da Elsinor Centro di Produzione TeatraleTpe Teatro Piemonte Europa e Festival delle Colline Torinesi.
Lo spettacolo è una finestra aperta su un Cechov quasi sconosciuto, su un testo giovanile ritrovato casualmente. Durante i tumulti della rivoluzione russa del 1917, infatti, Maria Cechov, sorella di Anton, nascose molti manoscritti e appunti del fratello in una cassetta di sicurezza a Mosca. Nel 1921 alcuni studenti sovietici riuscirono ad aprirla e scoprirono un’opera teatrale. Cechov aveva ventun anni quando la scrisse. Il testo che trovarono era incompleto, aveva moltissimi personaggi, moltissimi argomenti e tematiche, moltissima azione…Platonov, così in genere viene chiamato questo primo dramma di Cechov, è il fallimento dell’utopia del suo giovane autore che vuole raccontare la vita cogliendone appieno i più? profondi meccanismi. Il suo sforzo s’infrange contro la vita stessa e l’impossibilità di coglierla nella sua interezza in un dramma teatrale.

Leggi la recensione di Platonov visto da Top Hat la scorsa stagione

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here