mercoledì, Novembre 25, 2020

La magia di un Sogno shakeasperiano tra ironia e musica

Commedia sull’amore, la magia, il travestimento, Sogno di una notte di mezza estate è forse una delle opere più seducenti di William Shakespeare, immersa in un mondo fantastico, capace ancora di emozionare.
L’allestimento presentato al Teatro Pime lo scorso 9 febbraio con la regia di Piera Mungiguerra, è costruito su due attori, Claudia Gambino e Francesco Meola, che si muovono nel bosco incantato shakesperiano, alternandosi nelle vesti di Demetrio ed Elena, di Lisandro ed Ermia e di Titanie e Oberon. Il gioco scenico è reso in modo molto suggestivo, tramite diverse giacche sospese sul palco, che si animano a loro volta con le voci di Silvia Giulia Mendola (Ippolita) Alberto Onofrietti (Teseo), Alberto Astorri (Egeo). Ed è proprio l’elemento giocoso a predominare nello spettacolo, trovando una sua cifra stilistica nell’interessante ausilio delle musiche che si sono ispirate al Sogno: Da “The Fairy Queen” di Henry Purcell al “Sogno di una notte di mezza estate” di Felix Mendelssohn, che Carlo Lanfossi ha ottimamente inserito come un elemento drammaturgico in più. I musicisti infatti – lo stesso Carlo Lanfossi al pianoforte, Gianpiero Nitti al flauto doppio e tamburo, Alessandra Bombelli al flauto, Daniele Navone al corno e Raffaele Maio alla tromba – accompagnano le performance delle due soprano Graziella Tiboni e Bianca De Mario e del basso Renato Dolcini dentro la tessitura della storia, creando un’assoluta interazione con i protagonisti e con il pubblico e spingendo così al massimo l’elemento onirico, già presente nel linguaggio della commedia. Claudia Gambino e Francesco Meola, diretti con leggerezza e precisione da Piera Mungiguerra, danno al testo un’ironia soffusa e una grazia tutta particolare, amplificata anche da alcune suggestive trovate sceniche di Valentina Guagliardi, come la moltiplicazione dei personaggi per mezzo delle giacche o l’ambivalenza di alcuni oggetti, come la semplice lampada che evoca anche la presenza di uno spirito.
Uno spettacolo di pura emozione e gioia sensoriale, che immerge totalmente il pubblico nella magia del testo shakesperiano.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dello spettacolo e partecipare alle nostre iniziative!

Evviva! Ti sei iscritto!

X
X