lunedì, Settembre 16, 2019

Lorenzo Loris affronta il noir dell’anima con “Fuga nelle tenebre” di Schnitzler

Lorenzo Loris, nel continuare il suo percorso tra letteratura e teatro, affronta Arthur Schnitzler, con “Fuga nelle tenebre”,  un testo che sprofonda nei meandri della psiche umana. Lo spettacolo in prima nazionale al Teatro Out Off dal 6 febbraio si presenta nella traduzione di Giuseppe Farese e si avvale dell’adattamento di Lucrezia Lerro e Lorenzo Loris, anche alla regia. Nei ruoli di Robert e Otto, i due fratelli che scivolano gradualmente in un’inquietante confronto psicologico da vero noir dell’anima, Paolo Bessegato  e Massimo Loreto.
“Forse Schnitzler ci vuole dire che non ci sono buoni e cattivi – sostiene Loris. La follia, che impropriamente chiamiamo malattia, è dentro ognuno di noi. Robert e Otto sono fratelli e il loro viaggio a ritroso nel tempo passa anche attraverso la loro infanzia che li ha visti vicini e uniti, come fossero la stessa persona. Due facce di una stessa medaglia”.
A introdurre le repliche del 5 e 6 marzo si svolgeranno due concerti che esplorano il ricco ambito musicale della “seconda scuola di Vienna”, importante fermento artistico contemporaneo a Schnitzler. Gli allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado eseguiranno un programma, a cura di Silva Costanzo. L’iniziativa nasce in collaborazione tra la Civica Scuola di Musica e il Teatro Out Off.

06feb(feb 6)20:4510mar(mar 10)16:00FUGA NELLE TENEBRETeatro Out Off

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dello spettacolo e partecipare alle nostre iniziative!

Evviva! Ti sei iscritto!

X
X