‘Nell’ambito di Nuove Storie all’Elfo debutta in Sala Bausch debutta Phoebuskartell di servomutoTeatro con una commedia che spia la nascita di un fenomeno con il quale, specie oggi schiavi delle tecnologie, ognuno di noi ha a che fare. Phoebuskartell immagina riunione segreta del Gruppo Bilderberg dei produttori di fonti luminose artificiali, che stabiliscono una riduzione della durata della vita delle lampadine per, naturalmente, venderne di più e lucrare sul bisogno del consumatore e obbligandolo a spendere più frequentemente. Obsolescenza programmata’ è un’espressione ormai entrata nel linguaggio comune, nostro malgrado. Ma da dove nasce? Chi l’ha ideata? Chi si è svegliato, una mattina, inventandosi la data di scadenza per i prodotti elettronici?
Lo spettacolo prende le mosse proprio dall’incontro dei grandi capitalisti dell’incandescenza, presentandoceli secondo l’iconografia del tempo: grassi, sudati, ansimanti, che divorano e ingoiano sistematicamente tutto ciò su cui possono mettere mano. Il contraltare è fornito dagli operai, interpretati dagli stessi attori: magri, affaticati, sfruttati e abituati a tenere la bocca chiusa pur di preservare il quieto vivere.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here