Dal 16 aprile al 12 maggio, va in scena, al Piccolo Teatro GrassiIl costruttore Solness da Henrik Ibsen, diretto da Alessandro Serra e interpretato da Umberto Orsini. Lo spettacolo è una produzione Compagnia Orsini e Teatro Stabile dell’Umbria.
Capolavoro della maturità di Ibsen, Il costruttore Solness è la storia di un uomo che vorrebbe fermare l’inesorabile scorrere degli anni e avere una nuova occasione di felicità,
ma resta vittima della propria ambizione e del senso di colpa. 
Solness, anziano e affermato costruttore edile, è ostile ai giovani da cui teme di essere soppiantato. La giovanissima Hilde bussa alla sua porta e gli ricorda un incontro e una promessa di dieci anni prima che lui, al vertice del successo, fece a lei, bambina. Solness non rammenta ed è tormentato dal senso di colpa per un episodio all’origine della sua fortuna sociale, professionale ed economica, ma anche dell’infelicità sua e della moglie. Hilde gli offrirà un possibile riscatto. 
“Se il protagonista è un costruttore – osserva Alessandro Serra – Ibsen è un perfetto architetto in grado di edificare una casa, dall’aspetto perfettamente borghese e ordinario, nelle cui intercapedini si celano principesse dimenticate, demoni e assistenti magici al servizio del padrone.
“Serra che mi ha messo al centro di uno spettacolo – spiega Umberto Orsini in cui la coralità dei personaggi, che circondano Solness come in una morsa che non dà scampo, gioca un ruolo fondamentale”. 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here