Cristina Crippa e Gabriele Calindri, sono i protagonisti di uno spettacolo che fa incontrare
nello spazio della scena due autori e due testi apparentemente lontani, Favola di Tommaso
Landolfi e Il lupo mannaro di Boris Vian, ma attraversati da una vena paradossale. Due
racconti nei quali i protagonisti sono due animali, una cagna moribonda che vuole, col poco
fiato che le resta, narrare alla sua ultima cucciolata la più bella storia della sua vita e un lupo mannaro mite, gentile e curioso che viene morso da un umano rabbioso… “Per provare amettere in pratica – suggerisce la regista – quello che diceva uno psicanalista irregolare e‘selvaggio’ come Groddeck, ovvero che è utile ogni tanto mettere la testa fra le gambe e guardare il mondo sottosopra. Ma può anche bastare assumere lo sguardo di un altro, cosa che agli attori riesce molto bene”.

30ott(ott 30)19:3018nov(nov 18)15:30Fuga in città sotto la lunaTeatro Elfo Puccini

Web Hosting